10,9,8…8! Otto come i punti cardine della rosa dei venti, otto come “il numero otto”dei Management Del Dolore Post Operatorio, otto come il numero di edizioni che conta quest’anno Ponte Rock! Il 29 agosto 2014 nella ormai affezionata e storica location del Parco Sangermano di Arpino si terrà l’ottava edizione del Festival Arpinate Ponte Rock curato ormai da qualche anno dall’Associazione Culturale ProssimaMente. Come ogni anno, anche in questa edizione sul nostro palco a farla da padrone sarà la musica emergente con un susseguirsi di quattro band che spazieranno in quello che viene generalmente definito Rock indipendente. Ecco il programma dettagliato della serata:

Si parte con I-TAKI MAKI, duo chitarra-batteria formato da Mimmi e da strAw nello stile “White Stripes” nati nel 2012 e provenienti da Alatri, che si esibiranno con il loro splash-rock fatto di chitarre distorte, batteria penetrante ed altri meravigliosi effetti dovuti dall’uso di glockenspiel, diamonica, chimes ed altro ancora: “[..] Il loro sound è una miscela di rock e post punk caratterizzata da tratti minimali vellutati, i testi delle loro canzoni danno forma e spazio alle storie di personaggi reali, personaggi fantastici, di mondi sommersi, di echi lontani […]”

A seguire i RADIOCROMA, anch’essi nati nel 2012 dalle ceneri de i Pentothal e del Vicolo del Buonconsiglio, sono una band di videomusica ed offrono uno spettacolo alquanto particolare e vario sfruttando a pieno l’estro dei propri componenti, ovvero Toso ( Alessandro Toto ), Jean Paul ( Gianluca Materiale ) e Tranquillo (Mauro Serra ): “[…] I RADIOCROMA portano sul palco un mix di musica e immagini che trascinano lo spettatore in un mondo che usa l’allegoria per manifestare le sue più svariate sfaccettature […]. Prerogativa dei RADIOCROMA è una propensione generica verso l’irriverenza!”

Proseguiremo poi con la giovanissima band romana BOXERIN CLUB, apprezzati da molti per la loro freschezza musicale e per i live molto trascinanti ed allegri, infatti il loro ultimo lavoro “Aloha Krakatoa” viene definito come un raggiante pop-rock cantato che si unisce ad una festa world music, con riff e ritmiche lievemente afro. Formano la band Matteo Iacobis, Matteo Domenichelli, Gabirele Jacobini, Francesco Aprili e Edoardo Impedovo, e possono vantare, tra l’altro, la vittoria nel concorso regionale dell’Arezzo Wave Festival 2013 e di essere stati scelti da XL di Repubblica per salire sul palco del Music Italy Show 2013: “[…] Nei Boxerin Club c’è la gioia di una gioventù che ama suonare facendolo seriamente ma senza tenere distante anche il concetto fondamentale di divertimento, i loro arrangiamenti sono una carezza per l’ascolto proprio perché la band ha saputo ben amalgamare gli intrecci delle chitarre, le vibrazioni percussive e l’incastro delle voci che si bilanciano tra cori e cantati che si alternano o sovrappongono […]”

Chiusura in grande stile con l’esibizione degli attesissimi MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO, band di Lanciano ben famosa in tutto il panorama musicale nostrano. L’eclettica band abruzzese può vantare anche della famosa esibizione sul palco di Piazza Sangiovanni nel concertone del 1°Maggio 2013, hanno all’attivo due album ovvero AUFF!, che gli permette di suonare e farsi apprezzare in tutta Italia ed anche in alcune apparizioni all’estero ( Berlino e Sziget Festival di Budapest ) e l’ultima produzione (dal quale prende nome il loro tour ) McMAO. La band fonda il suo punk rock sull’ecletticità del loro frontman, Luca Romagnoli, sui suoni crudi della chitarra di Marco Di Nardo, sui ritmi del basso di Luca DI Bucchianico, sulle melodie delle tastiere/synth di Matteo Battistini e sulla potenza della batteria di Nicola Ceroli. “[…] sfondano le pareti della scena musicale italiana. Come saltimbanchi, crudi e volgari, ostinati e furbi, come tutti quelli che ce l’hanno sempre a morte col re. Come tutti quelli che vogliono dire a tutti i costi quello che pensano, senza stare a rimuginare sulla fine che faranno, poco importa se in una prigione buia con i topi o su un mucchio di legna infuocata, come le streghe. Forse in questi tempi, si ha bisogno di un gruppo così, di gente che non scende a patti con nessuno. Abbiamo bisogno di poeti così, di poeti guerrieri; di nuovi indiani che ballano con i lupi (quelli delle splendide montagne abruzzesi), che lottano contro “l’uomo bianco” pronto a portare i cataloghi e a venderti un aspirapolvere, proprio quello in offerta, quello della pubblicità. C’è bisogno di un gruppo che abbia idea dell’importanza sociale di salire sul palco. Quelli del MaDe DoPO sono coscienti della responsabilità che hanno […]”

Ricapitolando: 29 Agosto, Arpino(FR), parco Sangermano (c.so Tulliano), ore 21.00, Ponte Rock, come sempre ingresso gratuito, come sempre buona musica! 

Arriva PonteRock 2014! L’ottava edizione
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *